top of page
  • Immagine del redattoreOlly

Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio, un parco incantevole per grandi e piccini

Nel cuore della Maremma, immerso nel verde della macchia mediterranea che caratterizza gran parte della Toscana e in particolare la zona di Grosseto, sorge il Giardino Dei Tarocchi, un parco incantevole, fatto di colori, materiali e forme che per un attimo vi catapulteranno in Spagna, e più precisamente al Parc Guell di Barcellona.


Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio - Informazioni utili per la visita
Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio

Eh sì, avete capito proprio bene, in questa terra che trova le sue origini nella civiltà etrusca e che è caratterizzata da paesaggi maestosi, acque cristalline e spiagge lunghe e assolate troverete anche un piccolo giardino che per un attimo non vi farà neanche immaginare di essere in Italia. Un parco che l'architetto Niki de Saint Phalle, che l'ha ideato nel 1979 dopo una visita alle sculture di Antonie Gaudì in terra iberica, ha definito un piccolo angolo di paradiso. Un luogo di incontro tra l’uomo e la natura”. E il motivo della sua descrizione lo capirete subito.


Si tratta, infatti, di un giardino magico per atmosfera e colori, giochi d'acqua e sculture, un parco che racchiude gioia e fantasia, un vero e proprio Paese dei Balocchi fatto di ciclopiche statue capaci di affascinare tutti, grandi e piccini.


Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio - Info utili per la visita
Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio

Contornato da citazioni e messaggi surreali, il Giardino dei Tarocchi è un percorso scenografico composto da 22 figure tutte ispirate ai maggiori arcani dei Tarocchi e attraversabili, calpestabili e addirittura abitabili, tutte disposte secondo un ordine che incarna la personale visione dell’artista e che mi hanno catturato fin dal primo colpo d'occhio. Ma vediamo insieme più nel dettaglio lo spettacolo che vi troverete davanti una volta arrivati!


Il significato dei maggiori Arcani che animano il Giardino


Appena varcato l'ingresso scorgiamo subito in lontananza le guglie delle sculture più alte che fanno capolino tra le piante e dopo un breve pezzettino a piedi arriviamo nella fascinosa piazza centrale, che si aprirà davanti ai vostri occhi con una delle sue opere più imponenti, la Papessa.

Questa scultura, che rappresenta l'intuizione, ha come modello di riferimento la Bocca dell’Orco di Bomarzo, ed è poi arricchita da una scalinata ricoperta di preziose ceramiche azzurre che si riflettono con la luce del sole a formare una scintillante cascata.


Al di sopra della Papessa campeggia invece il Mago, che - interamente ricoperto di specchi - brilla al sole e rappresenta l'intelligenza attiva.


Al di sotto della Papessa e del Mago si trova, invece, una grande vasca che ha al centro La Ruota Della Fortuna, anch'essa un arcano, rappresenta la Ruota della Vita in quanto ciò che sale deve anche scendere, e viceversa.

Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio - Come arrivare e Informazioni utili per la visita
Papessa, Mago e Ruota della Fortuna

Voltandoci alla nostra sinistra troviamo, poi, un drago legato da un filo invisibile ad una fanciulla che si trova di fronte a lui. Esso rappresenta proprio i demoni interiori della ragazza che non si tira indietro nel fronteggiarli.


Il Giardino dei Tarocchi di Capalbio - Come arrivare e Informazioni utili per la visita
La Forza - Drago & Bambina

Dalla piazza centrale si diramano vari sentieri che seguono l'andamento della collina dove sorge il parco, ma che sono tutti volutamente non prestabiliti per lasciare libertà di interpretazione e movimento al visitatore.

Muovendoci verso sinistra (sempre tenendo d'occhio il pavimento fatto di frasi e pensieri lasciati sulla pavimentazione dell'architetto Niki de Saint Phalle) ci imbattiamo nell'Imperatrice, una donna opulenta con due seni enormi che ricorda le Sfingi d'Egitto. Al suo interno troviamo una sorprendente abitazione in miniatura dove un tempo ha lavorato la pittrice e scultrice del giardino e resa oggi visitabile: possiamo vedere la cucina, la sala da pranzo, la camera da letto e addirittura il bagno. Tutto ovviamente ricoperto di specchi veneziani, e sempre con qualche nuovo tarocco da scoprire (come il Carro, che simboleggia la vittoria sulle avversità).



Continuando a passeggiare per il parco vi imbatterete anche nella Giustizia, con all’interno l’ingranaggio dell’ingiustizia chiusa da un enorme lucchetto, e nell’Albero della Vita, i cui rami sono caratterizzati da teste di serpente e il fusto è ricoperto da teneri disegni dell’artista.



Ma non solo! Preparatevi a perdervi tra le 22 colonne tutte diverse che compongono il cortile centrale dell'Imperatore, che rappresenta il potere maschile in tutti i suoi aspetti, sia quelli positivi che quelli negativi.



E ancora scorgerete la Stella, simbolo di rinnovamento e speranza, il Sole che ha le sembianze di un uccello, Gli Amanti seduti su una panchina, e il Mondo. Il divertimento sarà scorgere da lontano nuove scultura, chiedervi di cosa si tratta, trovare le vostre risposte nei giochi di luci che vi si presenteranno davanti e cercare di fare la foto che più renderà giustizia a questa piccola meraviglia, se vogliamo anche poco conosciuta, nel cuore della Maremma Toscana.




Informazioni utili per la visita


Visitare il Giardino con calma richiede almeno un'oretta e mezzo/due. E' aperto dal 1 Aprile al 15 Ottobre dal lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30.


Il biglietto d'ingresso costa:

- Intero € 12,00 - Studenti e persone con età superiore a 65 anni € 7,00 - Bambini con età inferiore a 7 anni e persone con disabilità ingresso gratuito


Nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Novembre, Dicembre, il primo sabato di ciascun mese dalle ore 9,00 alle ore 13,00, per volontà della fondatrice Niki de Saint Phalle, il parco è gratuito. Se suddetto sabato capita in un giorno festivo il Giardino aprirà il sabato successivo.


Per tutte le altre informazioni potete fare un salto direttamente sul loro sito web sempre aggiornatissimo.


E voi lo conoscevate questo giardino? Ci siete mai stati? Fatemelo sapere nei commenti o sul mio profilo Instagram 🤹🏻‍♀️

2 Comments


Olly
Olly
Jul 28, 2020

Io non c'ero mai stata e me ne sono innamorata, anche perché non sono così conosciuti 😍

Like

tulipano9013
Jul 28, 2020

Che meraviglia Marti😍 Mi hai fatto venire voglia di ritornarci

Like
bottom of page