top of page
  • Immagine del redattoreOlly

Weekend a Venezia: cosa vedere e dove mangiare in 3 giorni


Una città magica, avvolta dall'acqua e da un fascino che attira ogni anno turisti da ogni parte del mondo. Siamo a Venezia, circondati da palazzi maestosi, arte, gondole e ponti particolari. Qui le cose da fare e da vedere sono sempre tante, da dove iniziare? Ecco i miei suggerimenti per 3 giorni indimenticabile nella città della magia tra cultura e ovviamente buon cibo!



COSA VEDERE A VENEZIA


  • Piazza e Basilica di San Marco: partiamo dal fulcro della città, Piazza San Marco, una delle piazze più famose al mondo. Nei miei giorni veneziani ho sentito tanti turisti esclamare 'Oh my god' arrivando in questa piazza e sinceramente li capisco. Il caldo, le folle e i piccioni non intaccano la bellezza di questo posto sfarzoso e magnificente, la prima tappa imperdibile del vostro viaggio. Questa piazza signorile che incornicia a laguna è il salotto cittadino che ospita i suoi eventi più belli e su cui si affacciano la Basilica di San Marco, chiesa dal fascino bizantino che nonostante la fila all'ingresso merita sicuramente una visita, e il Campanile di San Marco, l’edificio più alto di Venezia.

Piazza San Marco - Cosa fare a Venezia in 3 giorni
Piazza San Marco ©Martina Olivieri

  • Palazzo Ducale e Ponte dei Sospiri: sempre in Piazza San Marco si trova Palazzo Ducale, sede della Repubblica Serenissima e uno dei massimi esempi di gotico veneziano. All'interno ospita un patrimonio artistico di inestimabile valore e dalle sue stanze è possibile vedere da vicino il Ponte dei Sospiri, il noto ponte che un tempo collegava il palazzo del doge e le prigioni della città. Il Ponte merita una visita poi anche dall'esterno, ma lo sapete perché viene chiamato così? La tradizione vuole che un tempo i prigionieri, attraversandolo, sospirassero davanti alla prospettiva di vedere per l'ultima volta il cielo e il mondo esterno prima di entrare in prigione.

Ponte dei Sospiri - Cosa fare a Venezia in 3 giorni
Ponte dei Sospiri ©Martina Olivieri

  • Ponte di Rialto: impossibile non passare dal Ponte di Rialto, il più antico dei quattro ponti del Canal Grande. Centro nevralgico della città, il nome "Rialto" deriva da "Rivus altus", ovvero canale profondo, per indicare che si tratta di una zona libera da inondazioni. Da San Marco attraversando il Ponte arrivate al Mercato di Rialto, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 12.


  • Fondaco dei Tedeschi: proprio vicino al ponte di Rialto si trova il Fondaco dei Tedeschi, un importante centro di riferimento per lo shopping di lusso a Venezia. L'interno è veramente bellissimo, fatevi un giro e poi salite sulla terrazza, che consente una vista davvero unica sulla città. L'ingresso è gratuito ma vi consiglio di prenotare per non rischiare di arrivare sul posto e non trovare posto.


  • Libreria Acqua Alta: è la libreria più famosa di Venezia, e una delle più note e belle al mondo, un salto qui è assolutamente obbligatorio. Nonostante i turisti che arrivano da ogni parte del mondo mantiene quel suo fascino retrò, dato da libri antichi, scorci sul mare e gattini che si affacciano tra volumi di letteratura straniera e italiana.



  • Teatro La Fenice: un meraviglioso esempio di arte barocca. Nel corso della sua storia ha subito due gravi incendi: uno il 13 dicembre 1836 probabilmente a causa del malfunzionamento di una stufa, uno il 29 gennaio 1996, questa volta doloso, che lo distrusse quasi completamente. Fu riaperto nel 2003 con una settimana di eventi musicali. Nel corso del XIX secolo il teatro è stato sede di numerose prime rappresentazioni di opere liriche di grandi compositori italiani, come Gioachino Rossini, Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi. Nella terza fila di palchi è ospitata una mostra permanente dedicata a Maria Callas e ai suoi anni di attività a Venezia. Il biglietto costa 11 euro con l'audioguida.

Teatro La Fenice - Cosa vedere a Venezia in 3 giorni
Teatro La Fenice ©Martina Olivieri

  • Cannaregio e quartiere ebraico: l’anima più autentica della città. Qui si concentra la maggior parte degli abitanti veneziani, un’infinita serie di bacàri si affaccia sui canali e in orario di aperitivo gli abitanti di Venezia vi si ci ritrovano per consumare i cosiddetti cicchetti veneziani (crostini con sopra di tutto e di più, sono golosissimi). Anche qui non mancano scorci suggestivi. Da non perdere la visita al ghetto ebraico, con i palazzi più alti di tutta la città, la chiesa di Santa Maria Assunta, la chiesa di Santa Maria dei Miracoli.e il Ponte del Chiodo, considerato il ponte più pericoloso di Venezia perché sprovvisto di balaustre a protezione del passaggio.


  • Dorsoduro: la zona universitaria, raggiungibile tramite il Ponte dell'Accademia, da cui si può ammirare un bellissimo tramonto sulla città. Qui fermatevi per qualche cicchetto e passeggiate fino a Punta Dogana, luogo di grande suggestione per l'apertura panoramica su San Giorgio, San Marco e la Giudecca.

Tramonto dal Ponte dell'Accademia - Cosa fare a Venezia in 3 giorni
Tramonto dal Ponte dell'Accademia ©Martina Olivieri

  • Scala Contarini del Bovolo: la scala a chiocciola più imponente e bizzara di Venezia. In veneziano “bovolo” significa proprio chiocciola. La scala è stata voluta da Pietro Contarini verso la fine del XV secolo per unificare le due ali del palazzo acquistato pochi anni prima. Ma l’obiettivo più importante era creare un edificio monumentale, capace di accrescere il prestigio della famiglia. Missione compiuta: la scala divenne così famosa che al suo ramo della famiglia Contarini venne aggiunto il suffisso “del Bovolo”. La scale conta 80 gradini e dal suo belvedere si può ammirare i tetti della città e il campanile di San Marco perfettamente incorniciato tra gli archi. Il biglietto costa 8 euro e comprende anche la visita alla galleria del Palazzo Contarini, un breve, ma significativo percorso dedicato al panorama artistico veneziano tra Cinquecento e Settecento.

Scala Contarini del Bovolo - Cosa fare a Venezia in 3 giorni
Scala Contarini del Bovolo ©Martina Olivieri

  • Chiesa di San Zaccaria: è una sorta di Pantheon veneziano, perché qui vi hanno trovato sepoltura ben 8 Dogi della Serenissima. Qualcuno la cita anche come la chiesa degli Omicidi, perché al suo interno furono assassinati almeno due dogi. Da non perdere una visita alla cripta sommersa. A seguito dell’innalzamento progressivo del livello medio del mare, questa cripta si trova, infatti, quasi costantemente allagata. Quando l’acqua raggiunge una certa altezza è possibile osservarla solo dagli ultimi gradini delle 2 scalinate opposte da cui è raggiungibile dalla cappella di San Tarasio. Quando invece il livello dell’acqua è più basso, è possibile inoltrarsi al suo interno attraverso un camminamento rialzato. Il costo del biglietto per vedere la cripta e il museo è di 3 euro.

Cripta allagata di San Zaccaria - Cosa vedere a Venezia in 3 giorni
Cripta di San Zaccaria ©Martina Olivieri

  • Campanile di San Giorgio: una delle viste e dei tramonti più belli della città. Si trova sull'Isola di San Giorgio Maggiore ed è parte dell'omonimo monastero. È facilmente raggiungibile con il vaporetto 2 da San Marco, il costo del biglietto è di 6 euro.


  • Isola di Burano e Murano, ma anche Mazzorbo, Torcello: se volete girellare anche nei dintorni di Venezia vi consiglio assolutamente un giro a Murano e Burano, in particolare io ho amato Burano con le sue casine colorate e il campanile storto. Da Piazza San Marco sono circa un'ora e cinque di navigazione e il biglietto costa 15 euro andata e ritorno, ma ne vale assolutamente la pena.


Se avete ancora tempo c'è il Museo Peggy Guggenheim, la più prestigiosa raccolta italiana dedicata all’arte europea ed americana della prima metà del 1900 (qui trovate opere di Kandinsky, Pollock, de Chirico, Picasso, Duchamp e molti altri). E ancora la Chiesa dei Frari, l'Arsenale e la Scuola Grande di San Rocco.


Tra un posto da visitare e l'altro, vi suggerisco di perdetevi tra i calli (le stradine interne veneziane) e le fondamente (strade che costeggiano un canale o un rio), di osservare le gondole che affollano i canali, e soprattutto di lasciarvi guidare dal vostro istinto oltre che dall'itinerario che vi siete prefissati, potrebbe rivelarsi la parte più bella del viaggio.

Cosa fare a Venezia in 3 giorni
©Martina Olivieri


DOVE MANGIARE A VENEZIA


Come sempre non mi sento di lascarvi a dieta, quindi qui di seguito trovate i ristoranti che ho provato e che vi stra-consiglio di provare!


  • Bar Tiziano: nonostante il proprietario non sia la simpatia fatta persona (😂) potete assaggiare dei golosi tramezzini veneziani perfetti per una pausa rigenerante tra un giro e l'altro o un pranzo low budget!


  • Osteria al diavolo e l'acquasanta: me l'ha consigliata un'osteria nelle vicinanze, Cantine Do Spade (che volevo tanto provare ma non aveva posto) e devo dire che è stata una bellissima scoperta. Personale gentilissimo, locale rustico e alla mano, pesce freschissimo e antipasti davvero sfiziosi. Il tutto a prezzo davvero ottimo! Ci tornerei ora.

Osteria al diavolo e l'acquasanta - Dove mangiare a Venezia
Osteria al diavolo e l'acquasanta ©Martina Olivieri

  • Rosa Salva: locale storico, ideale per una prima colazione che profuma di cappuccino e cornetto caldo. Mettetevi a sedere, anche all'esterno, e osservate da qui Venezia che si sveglia, una meraviglia.

Rosa Salva - Dove fare colazione a Venezia
Rosa Salva ©Martina Olivieri

  • Bar Da Gigetto: se siete a Burano e vi sale un certo languorino qui fanno uno spritz e dei cicchetti niente male. Una piccola pausa osservando le casine colorate intorno a voi!

Bar Da Gigetto - Dove mangiare a Burano
Bar Da Gigetto ©Martina Olivieri

  • Cantine del Vino Già Schiavi: i miei cicchetti dei cuore! Siamo nella zona di Dorsoduro, quella meno turistica. Qui potete entrare, scegliere tra i numerosi gusti di cicchetti proposte, prendere il vostro bicchiere di vino e di spritz e appoggiarvi al muretto del canale per assaporare la vera atmosfera veneziana.

Cantine del Vino Già Schiavi - Dove mangiare a Venezia
Cantine del Vino Già Schiavi ©Martina Olivieri

Altri ristoranti che non ho provato ma di cui mi hanno parlato davvero bene: Tonolo e Caffè Florian per colazione; Cantina Do Spade, Bar all'arco, Bacaro Risorto, Bacareto Da Lele, Cantina Do Mori, Osteria Al Squero e Bacarando in Corte dell'orso per cicchetti e piatti tipici veneziani. QUI trovate anche 9 posti posti perfetti per cenare in maniera davvero economica a Venezia!.



Voi siete mai stati a Venezia? Avete altri posti da aggiungere alla lista culinaria o a quella culturale? Fatemelo sapere nei commenti o sul mio profilo Instagram! Vi aspetto :)


Per altri travel tips fate un salto nella sezione viaggi del blog!

Comments


bottom of page